sabato 18 luglio 2020

"Renzo e Lucia "

"Renzo e Lucia al tempo del Coronavirus"


Questa graphic novel è frutto della nostra fantasia. E’ la trasposizione e l'adattamento ai giorni nostri dei “Promessi Sposi”.

L’idea nasce, durante il PON, mentre eravamo in lockdown, dopo aver letto il romanzo manzoniano ed averne colto i tanti richiami al nostro “ tempo del Covid."

Ogni riferimento a persone esistenti o realmente esistite, a eventi o ambienti reali è puramente casuale.

Il lavoro è stato realizzato a distanza ed è il frutto della Collaborazione del nostro gruppo

PON “Raccontami che ti racconto”

Le strisce di fumetto sono state realizzate da noi con Storyboard That Educational.

Per leggere ed ascoltare il nostro Ebook fai click sulla copertina e sull'icona dell'audio.

Buona lettura!


Copertina




 

giovedì 16 luglio 2020

 


LA VOCE DEL CORRIDOIO

30/06/2020

ALEX ZANARDI: il nuovo simbolo per la lotta al Covid.

 

L’immagine fonte:  https://www.flickr.com/photos/paolofefe/4449785523

Alex Zanardi ha subito un grave incidente stradale sulla sua handbike. Sono ancora sconosciute le cause di questo avvenimento e ora si trova intubato e sedato in ospedale, dopo aver subito molti interventi al cervello. Le condizioni rimangono stabili a livello cardio-respiratorio e metabolico e gravi dal punto di vista neurologico. Alex Zanardi è diventato un simbolo di coraggio paragonabile alla lotta al Covid dei giorni odierni. E’ apprezzato, dopo l'incidente del Lausitzring, dove ha perso le gambe, sia come atleta sia come persona per l'atteggiamento positivo verso la vita nonostante le sue avversità. Ha cominciato a partecipare a varie manifestazioni per atleti disabili e, parallelamente all'impegno automobilistico, ha intrapreso una nuova carriera sportiva nel paraciclismo dove corre in handbike. Tutti vorrebbero che si riprenda prima possibile, appassionati dalla sua volontà e coraggio nonostante le critiche condizioni in cui si trova.

Michele. 










 14 maggio 2020 

il bambino brasiliano di 5 mesi sopravvive al Coronavirus.

                                                                                                               Immagine fonte: Galileus Web


Pochi mesi dopo la sua nascita, a Dom è stata diagnosticata l’infezione da Coronavirus, all’ospedale Pro-Cardiaco di Rio de Janeiro.

 All'inizio i medici pensavano fosse un’infezione batterica,   dato l’affaticamento  respiratorio   ; purtroppo il trattamento non ha funzionato i genitori lo hanno portato in un altro ospedale dove  hanno scoperto che era affetto dal  Covid-19.

Come per miracolo, il bambino è guarito.

                                                                                                                                                                                                  Maria  













Videolezione nel bosco.


Un bambino umbro di soli sei anni segue la videolezione di matematica nel bosco adiacente alla sua casa per colpa di un blackout. Il piccolo, infatti, non si è lasciato scoraggiare dal guasto tecnico e, inforcata la bicicletta, con lo zaino in spalla e un ombrello, perché minacciava di piovere, si è inoltrato nella montagna folignate e lì ha atteso la chiamata della maestra. Sia le insegnanti che la dirigente dell'istituto sono rimaste colpite dalla resilienza del bambino che non ha mai fatto un’assenza e che, nonostante sia ancora piccolo, ha trovato il modo di poter partecipare anche all’ultima lezione dell’anno. A lui verrà consegnato il premio che spetta agli alunni più diligenti e a coloro che sono stati sempre presenti.

                                                                                                                                         Maria Vittoria


 

 VOCE DEL CORRIDOIO

SPAGNA: LA GUARIGIONE DA RECORD DI MARIA: A 113 ANNI SCONFIGGE IL VIRUS



Nata in Messico il 4 marzo del 1907, Maria Branyas è la spagnola più longeva, ma non solo:

ora è diventata la paziente più anziana al mondo sopravvissuta al coronavirus.

Ad aprile è risultata positiva ed è stata messa in isolamento nella sua stanza, a comunicarlo è stata sua figlia, che gestisce un profilo Twitter a suo nome.

Maria Branyas il virus l'ha battuto, è stata più forte lei. Succede. Sembra che gli ultracentenari, spiega in un  tweet la figlia, abbiano una collezione di anticorpi a disposizione. “

"C'è la percezione diffusa che se sei vecchio e vieni contagiato, sei spacciato. Assolutamente no, la grande maggioranza di persone si riprendono da questo virus, anche se hanno più di ottant'anni".                                               

  Alessio B.


 LA VOCE DEL CORRIDOIO

NEWSLETTER

30 giugno 2020

Cremona:15 bambini in 24 ore

A Cremona sono nati 15 bambini, un raggio di speranza per i cittadini.

Il 29 giugno del 2020 sono nati, nell’arco di 24 ore, 10 bambine e 5 bambini, di cui 2 gemelli, all’ospedale di Cremona, città duramente colpita dalla catastrofica epidemia di Covid. Dopo i giorni bui della soffocante epidemia non è stato più il reparto di terapia intensiva a essere stracolmo, bensì il reparto di ostetricia. Infatti per il grande arrivo di infanti si è dovuto ampliare il nido.

Ciò ha dato speranza ai nostri eroi, gli infermiere e i medici, colmi di gioia, nel veder nascere questi bambini.

Lo straordinario accaduto ha anche dato “forza” ai cittadini, per i quali questi bambini sono un raggio di speranza verso la ripartenza e alla lotta al Covid.

Tommaso.


Immagine fonte : Corriere della sera.











Il nostro lockdown.

 "Tutti parte della stessa storia"

Prendendo spunto dal discorso del 2 giugno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “ Tutti parte della stessa storia”  abbiamo analizzato in gruppo le emozioni che ci hanno accompagnato nel periodo dell’isolamento, ne abbiamo individuato le parole chiave che poi abbiamo espresso in post di riflessione, in strisce di fumetto, in video storia, in articolo di cronaca.
“Tutti parte della stessa storia” raccoglie le nostre emozioni e le nostre paure durante il lockdown, ma contiene anche la nostra speranza!
Usciremo dall'incubo perché saremo uniti e ognuno di noi farà la sua parte!

Su questo e-Book abbiamo mosso i primi passi di creazione di un libro digitale e di editing fumetto e audio.
Il lettore ci perdoni le imperfezioni.
Fare click sulla copertina per leggere.



Articolo di cronaca

IL Corriere del mattino

30 giugno 2020

Signore di 97 anni sopravvive al COVID-19


( Foto presa da torinotoday.it )


Lucio Bianchi, uomo di 97 anni residente a Milano è risultato positivo al tampone per COVID-19 ed è stato messo in terapia intensiva nel COVID hospital di Milano. Fino a pochi giorni fa era in condizioni critiche, ma quest’oggi le sue condizioni si sono stabilizzate ed è uscito dal coma. Secondo i medici si è trattato di un vero e proprio miracolo visto che soltanto il giorno prima stava per morire.  Secondo il signor Bianchi sono stati di vitale importanza i medici e gli infermieri  che sono stati accanto a lui durante questo periodo.

Riccardo Pallini


Articolo di cronaca

NEWSLETTER


4 luglio 2019

UNA VACANZA DA FIABA: CENERENTOLA PARTE PER MUSTIQUE



La principessa dalle scarpette di cristallo più amata dai bambini  si è stancata della vita a palazzo e ha deciso che partirà la prossima settimana per una lunga vacanza nell’isola di Mustique.

Sembra che per Cenerentola sia stressante tenere ricevimenti e balli tutti i giorni, perciò sta preparando le valigie decisa a rimanere per un mese ai Caraibi. 

La sua vacanza consisterà in trenta giorni di dolce far niente: solo passeggiate in riva al mare con il suo sposo, mattinate intere sdraiata sotto il sole e serate romantiche.

Per arrivare a destinazione prenderanno l’aereo e sorvoleranno l’oceano per ben otto ore.

“Non vedo l’ora di partire” annuncia Cenerentola “alloggeremo in uno dei più rinomati hotel della zona e durante il soggiorno è prevista anche una piccola crociera per visitare le isole vicine”.

Sembra proprio che per i due regnanti si prospetti una vacanza da fiaba!


Maria Vittoria Barontini

Post in evidenza

Post popolari